LASCIATEMI FUORI. Guida all’estate fiorentina all’aperto

0 Flares 0 Flares ×

“Che bella Firenze le sere d’estate, le luci del centro, le nostre risate…”. (Brunori Sas) 

L’orizzonte è la linea apparente lungo la quale, in un luogo aperto e pianeggiante, il cielo sembra toccare la terra o il mare. A Firenze, quell’orizzonte viaggia su un’onda (non così anomala), sulla quale eventi e cultura si toccano, combaciano per confondersi in una nuova e, si spera, freschissima stagione estiva.

Scrollarsi di dosso la ruggine invernale non sarà immediato ma sarà piacevole e senza impegno, viste le numerose iniziative e gli spazi che la città mette a disposizione. Senza entrare nello specifico del dilemma amletico comunale (far dormire i residenti o offrire del sano intrattenimento?) non esiste una ricetta perfetta per accontentare tutti ma esiste una mappa per orientarsi.

Minimo comune denominatore è offrire svago e spensieratezza alla gente che, arrivata già stremata – e siamo solo all’inizio di giugno – non fa altro che parlare di ferie pur avendo lavori precari, anzi pur non avendo lavoro. Serve qualcosa che non faccia pensare all’afa, all’umido, alle zanzare per via dell’umido, all’imbrocco con la tipa accanto che non sembra decollare.

La mappa dell’estate fiorentina outdoor – e passatemi l’inglesismo da hipster senza storcere troppo il naso – è fitta e si snoda lungo varie location della culla dantesca. Tra presenze riconfermate (Utopiko, Off Bar e Fiorino sull’Arno) e grandi assenti (la Rari su Lungarno Ferrucci) scorriamo la giornata tipo di un viveur in giugno.

È mattino. Ci spostiamo verso via Bolognese, dove anche quest’anno ci fa compagnia il Giardino dell’ArteCultura, cartellone estivo del Giardino Dell’Orticoltura che si pone come primo obiettivo attività diverse per ogni fascia d’età. Accompagni i bimbi nel parco, rimani per lo stretching mattutino, puoi gustare un frugale spuntino bio e intanto ti godi il panorama e ogni gocciolina di sudore che ti si riflette sulle vetrate del Tepidarium del Roster.

Però, se Firenze non va a mare, il mare và a Firenze. Come ogni città sul fiume che si rispetti, Firenze si crea la sua spiaggetta artificiale da sé – e bona merde. Bentornato quindi Easy Living, la spiaggetta urbana sull’Arno del quartiere di San Niccolò, in Piazza Poggi e bentornato il modo di vivere la città e gli spazi in modo costruttivo, tra musica, spettacoli teatrali, lezioni di yoga e abbronzatura da città. Il tutto curato dall’associazione culturale PiazzArt.

È l’ora dell’aperitivo. In zona Campo di Marte, in una delle aree verdi più grandi della città e dopo il discreto successo dello scorso anno, si riconferma il Light – il giardino di Marte. Principale novità di quest’anno è il servizio di ristorazione che offre sia hamburger di chianina, che piatti ad hoc per vegetariani. Dalle serate di ballo alla musica dal vivo alle partite degli europei, dunque, viva la leggeresse, purché accompagnata da un fresco birrino. Proprio sotto la curva Fiesole.

Un ottimo diversivo culturale potrebbe essere APRITI CINEMA!: l’arena estiva! in Piazza Santissima Annunziata all’interno del calendario dell’Estate Fiorentina, a cura di Quelli dell’Alfieri e di Quelli della Compagnia si riconferma a partire dall’11 giugno, tutte le sere, fino a luglio, tanto buon cinema ad ingresso libero in compagnia dei festival della 50 giorni di Cinema Internazionale a Firenze, della Primavera di Cinema Orientale e del Premio Fiesole ai Maestri del Cinema.

Con un mojito in una mano – e diffidate da chi maltratta e pesta selvaggiamente la menta, che dovrebbe essere dolcemente pressata – e un gelato nell’altra ci dirigiamo nelle piazze di Firenze, tra cui le sempreverdi Piazza Tasso, Piazza del Carmine e Piazza Demidoff, cuori pulsanti al centro della nostra rete.

Poi la notte. Se non ne potete più di sferzate intellettuali e amici che fanno reading all’aperto a qualsiasi ora, ma volete semplicemente stordirvi e non ricordavi più come vi chiamate, Piazzale Michelangelo e la sua recente pedonalizzazione potrebbero fare al caso vostro. I numerosi locali tra cui il Flò Firenze. Se la musica commerciale non vi aggrada almeno vi godrete il panorama, con meno soldi in tasca e più alcol in corpo.

 

Per conoscere tutti gli eventi di questa estate: www.estatefiorentina.it

 

di Valentina Messina

 

Articolo pubblicato dalla redazione.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×