Song to Song – Cosa sei disposto a fare per ottenere la vita che desideri?

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×

Elogio di Terrence Malick alla bellezza della semplicità della vita.

Song to song, come Knight of Cups, è stato girato nel 2012 e, all’origine, era stato intitolato Lawless, poi Weightless, finché non venne scelto il titolo definitivo.

Le vite dei personaggi si snodano attraverso triangoli amorosi (che ricordano Closer di Mike Nichols) e al tutto fa da sfondo la scena musicale della città di Austin, dove lo stesso Malick vive.

La storia è abbastanza semplice: BV (Ryan Gosling) e Faye (Rooney Mara), si conoscono a una festa e si amano moltissimo. Lui è un musicista e un animo semplice. Lei una cantautrice che aspira ardentemente ad «avere una vita a qualsiasi prezzo». Il loro equilibrio viene spezzato dall’arrivo del produttore musicale Cook (Michael Fassbender), personaggio malsano e deleterio per chiunque gli sia vicino. Promette, si prende tutto ciò che vuole, senza pensare alle conseguenze.
Il cerchio si chiude con Rhonda (Nathalie Portman) un’insegnante che lavora come cameriera, con cui Cook si sposa, destinandola a un’esistenza infelice.

Man mano che il film procede i personaggi si logorano a vicenda in un vortice di sensazioni e sentimenti repressi, come controprova di quanto questo loro mondo possa consumare le persone. Il cast si compone indubbiamente di una rosa di attori importanti, intorno a cui compaiono alcuni personaggi famosi, quali Iggy Pop e Patti Smith, che sembrerebbe essere una sorta di amica/confidente di Faye.

«Come la luce si riflette sul tuo volto lasciando una parte in ombra.»
Per tutto il film affiora la costante contrapposizione fra luce e oscurità e come queste coesistano quasi armonicamente nei protagonisti.
La storia risulta contorta e a tratti snervante, soprattutto a causa di scene apparentemente prive di senso che portano lo spettatore a perdere il filo della trama.
Ma Terrence Malick è famoso proprio per il suo stile ermetico e le riflessioni intimistiche. Tuttavia, il continuo riproporsi di questi concetti in tutte le sue pellicole annoia particolarmente il pubblico.

«È tutto in vendita. Onore. Titoli. Niente di questo esiste. È tutto in caduta libera.»
Questa è l’essenza di Song to song.

 

di Bianca Bonacci

 

Articolo pubblicato dalla redazione.
0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×