Crossover, ovvero la street art a quattro mani

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×

Crossover 1Crossover: due immaginari straordinari che si incontrano/scontrano producendo opere inedite. Crossover a 4 mani, un paio di queste appartengono a JamesBoy, le altre a PoMo. Crossover è street art in evoluzione che  è approda a Zap con una esposizione visitabile fino a fine mese. Le 8 tele della mostra sono il risultato di un sorprendente dialogo artistico indiretto tra i due autori durante il quale ognuno forniva all’altro un’opera a metà che quest’ultimo completava in modo istintivo, interpretando quello che il soggetto, i colori e la trama della tela gli suscitavano. Nello spazio allestito si respira l’atmosfera tipicamente urbana della street art, intervallata da getti di colori decisi (arancio, rosa, verde) che ci sorprendono illuminando particolari delle opere o ribaltando completamente il significato dei soggetti rappresentati, in contrasto con il fondo della tela.

 

 

Ma chi sono PoMo e JamesBoy?

crossover2La fiorentinità di PoMo traspare dalle sue opere in cui colori e sfumature contemporanee intrecciano legami con soggetti legati all’arte antica. JamesBoy ha dedicato molto tempo allo studio della calligrafia e la sua specialità sono le trame di firme, a volte così impercettibilmente fini da trasformare la tela in un arazzo. Il suo progetto “Diventa Santo” è ormai famoso in tutta Italia, da Bologna a Palermo, ma ha toccato anche altre importanti mete europee come Barcellona. JamesBoy ha portato questo suo progetto anche a Zap, completato nella sua parte “demoniaca” da PoMo.

Il risultato di questo percorso creativo a due teste è una strada che percorrerà chissà quali curve e chissà quali strade, per saperlo avete tempo fino al 29 settembre.

 

di Giulia Ronchetti

 

PoMo 

JamesBoy 

Progetto Diventa Santo

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×