Party of One

0 Flares 0 Flares ×

È nei momenti di solitudine che a volte gli oggetti che ci circondano cambiano forma e funzione. Prendi un oggetto dalla tua vita quotidiana, guardalo, maneggialo, usalo, giocaci. Ed ecco che l’oggetto, decontestualizzato e privato della sua funzione originaria, diventa altro. Si piega all’idea e si plasma in elemento mitologico.

Nella personale “Party of Onedi Anna Rose sono esposte una selezione di fotografie, installazioni video (riprodotti in loop) e sculture, che ritraggono la stessa artista con alcuni di questi oggetti quotidiani. I movimenti ripetuti, le gestualità inconsuete, la trasformazione della forma fisica fanno percepire allo spettatore due forze: quella statica della solitudine e quella dinamica del gioco. Due energie contrapposte, ma allo stesso tempo complementari.

Un binomio inscindibile dal quale scaturisce senz’altro una riflessione sulla vanità della cultura contemporanea e sull’autoconsapevolezza dell’Io. L’uomo contemporaneo guarda e vuole essere guardato, vive in un luogo non luogo, in un tempo che è diventato continua routine. Un loop. Anna Rose è di origini americane, Massachusetts, ma vive e lavora in Italia dal 2004.  Ha conseguito il Post-Baccalaureate in Studio Art certificate al SACI nel 2007 e si è laureata in arte (Master of fine Arts) a San Francisco Art Institute.

A Firenze è tra le fondatrici di Creative People in Florence, un’associazione culturale che promuove e favorisce lo sviluppo dell’arte contemporanea in città. Artista eclettica, esprime la sua creatività approcciandosi a molte forme artistiche: fotografia, video, costumi, sculture, installazioni. La relazione tra corpo e paesaggio, il gioco, la fluidità dell’identità sono le tematiche che spesso si ritrovano all’interno delle sue opere.

 

La mostra “Party of One” è visitabile fino al 15 di ottobre presso la Galleria Maidoff del SACI (Studio Arts College International Florence) in via Sant’Egidio 14.

Tutti i giorni, negli orari: lunedì – venerdì, 9.00 – 19.00 – sabato e domenica, 13.00 – 19.00.

Ingresso libero.

 

 

 

Erika Gherardotti

Non chiedetele di stare ferma. Web content editor, è amante dell’arte in tutte le sue forme. Attrice teatrale, con una grande passione per la danza, si definisce “musicadipendente”. Le piace la buona cucina, viaggiare ed entrare in contatto con culture diverse. Condivide le sue esperienze e le sue emozioni scrivendo.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×