Vin brûlé

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×

vin brûlé - palati finiSe cellulite, non-uomini e molestie sessuali hanno unito le donne di tutto il mondo, c’è una cosa che ci divide ancora: il Natale, che riesce a renderci vittime in modo diverso a seconda del nostro status sentimentale/familiare. Accoppiata, single o mamma che tu sia, dovrai destreggiarti tra cene dove ti chiedono quando pensi di fidanzarti, pranzi dove ti tocca conoscere i suoceri o nottate intere ad inventarti come diamine ci sono finiti quei giocattoli sotto l’albero. Ma niente paura, sarà il vin brûlé ad unirci!

Per la donna impegnata questo vino speziato sarà la bevanda che curerà in modo definitivo il suo uomo malato fradicio per i primi freddi, che a 36.5°C sta già combattendo con la morte usando il termometro come la spada di Star Wars.

E quale migliore sciroppo potrà offrire la giovine madre ai suoi bambini dopo avergli detto che Babbo Natale non esiste? Allo stesso tempo, ogni donna single che si rispetti coltiva una cantina tatticissima sponsorizzata da Tinder a colpacci di offerte Esselunga: quando le bottiglie diventano più dei giorni passati senza un uomo e l’unica cosa da stappare è un rosso, è arrivata l’ora, amica cara, di scolartene una – calda e dolce – da sola. Alla nostra e all’anno che verrà.

 

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×