La sindrome da delivery e… l’Antico Vinaio

0 Flares 0 Flares ×

Essenzialmente, il delivery ci piace perché possiamo rimanere nascosti nell’ombra del nostro focolare e far schifo da soli.

Camminare per andare a mangiare non ci interessa più, camminare stanca, e poi basta con questa storia dove dobbiamo essere noi a dover andare dal cibo e non il cibo a dover venire da noi, questo rapporto unidirezionale è malsano e antiquato: è ora di riequilibrare la bilancia.

Non vogliamo far la fila, non vogliamo condividere cose con persone – tipo parlare, che noia -, non vogliamo pagare in contanti: vogliamo soltanto mangiare, mangiare da far schifo.

Noi tipi da delivery abbiamo bisogno di star seduti – o meglio stesi – e scegliere con cura i migliori abbinamenti possibili per stimolare l’aumento dei trigliceridi e del colesterolo nel sangue.

Su Foodora, fra le diverse opzioni a rilascio prolungato di endorfine che determinano la felicità dell’uomo e rendono la vita degna di essere chiamata tale, spicca l’Antico Vinaio, che, per chi non lo conoscesse, potrebbe essere più o meno paragonato alla luce abbagliante che tutti vedono prima di morire: non importa quello che hai fatto, ce l’hai davanti e ora tutto ha un senso.

Non siete convinti? Provate a vedere: prosciutto crudo, crema di tartufo, mozzarella, crema di melanzane, speck, e mille altre cose buonissime avvolte da una calda schiacciata croccante.

Sedetevi, rilassatevi, ordinate almeno due schiacciate farcite e aspettate che qualcuno suoni al campanello. Far schifo ed essere felici, essere felici da far schifo: l’Antico Vinaio è a un click dalla vostra felicità.

 

Selene Mattei

Quando sono occupata penso intelligentemente a cose inutili e faccio roba intelligente in maniera del tutto inutile. Durante il tempo libero mi convinco che non sia così.

www.selenemattei.it 

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×