Fiorentina è l’Estate

0 Flares 0 Flares ×

C’è una gatta che si aggira per le strade di Firenze. Le piace l’arte, ama il cinema, non disdegna la musica e impazzisce per la danza. Soprattutto adora stare in giro, perdersi tra le strade lasciandosi trascinare dagli eventi, attratta dagli odori, dai colori e dai suoni vibranti della città. Il suo nome è Florence. Firenze, come una micia curiosa ed esploratrice, giocherellona ma al tempo stesso selvatica, addomesticata seppur indipendente, si apre alla stagione estiva. L’estate fiorentina è l’estate con la maiuscola, che, come ormai da tradizione, abbraccia sei mesi, accompagnandoci da maggio a ottobre nel vortice dei giorni più caldi.

Pubblicato da Estate Fiorentina su mercoledì 9 maggio 2018

“Un’edizione da record”, come l’ha definita il sindaco Dario Nardella, e in continua crescita, sia per numero di associazioni e domande rispetto al 2017, sia per il budget speso (un milione di euro) ma soprattutto per i luoghi coinvolti, con maggiore attenzione alle periferie, ma anche spazi inediti come l’anfiteatro delle Cascine presente con la Notte della Taranta, la Basilica di Santa Maria Novella dalla verve ballerina con la rassegna di danza Novella Classica e la rinnovata Manifattura Tabacchi che debutta con gli spettacoli di Made in Manifattura.

“Last but not the least” c’è la tramvia, protagonista della seconda edizione di Reading in the sound a cura dell’associazione La Nottola di Minerva che, tra le altre attività, dedicherà un reading sulla nuova linea 3, quella che collegherà il tratto Alamanni-Careggi, la cui attivazione è prevista proprio in estate.

Ma come fare a scegliere nella moltitudine dell’offerta? Per il mese di giugno si parte in quarta con Secret Florence, rassegna sull’espressione artistica contemporanea con eventi, performance, proiezioni e concerti site-specific a cura di Tempo Reale alla scoperta di luoghi inediti (9-16 giugno), passando per il Parco di Villa Favard dove ci sarà Copula Mundi,festival culturale gratuito, eredità dell’ex “Icchè ci vah ci vole”, contenitore di performance di arte, musica, teatro, danza e workshop aperti a tutti.

E per la notte di San Giovanni? C’è Musica in carcere, concerti brevi eseguiti da più gruppi musicali nelle 19 sezioni della casa circondariale in diretta streaming (24 giugno).

Tra le conferme del cartellone troviamo la consueta rassegna di cinema all’aperto Apriti cinema che torna ad accendere il piazzale della Galleria degli Uffizi con una programmazione di ben 35 pellicole in lingua originale (23 giugno – 11 agosto) senza dimenticare l’Arena di Marte (dal 25 giugno) e il Nuovo Cinema Puccini Garden al Teatro Puccini (22 giugno – 29 luglio); La libertà è terapeutica della compagnia teatrale Chille de la Balanza, per animare gli spazi dell’Area di San Salvi con incontri, musica dal vivo e teatro in ricordo del 40° della legge Basaglia (da giugno a settembre); Festival au désert,progetto musicale multiculturale che in questa edizione tratterà di tematiche legate al tema del transito e della migrazione, al parco delle Cascine (30 giugno – 4 luglio); e sempre legato all’attualità c’è Sogno meticcio, spettacolo che ha come protagonisti i richiedenti asilo, che faranno tappa dal quartiere 1 al quartiere 5 (9, 20, 29 giugno e repliche nei mesi successivi).

Per gli amanti dei pic-nic al Prato delle Cornacchie c’è Cascì-Nìc con eventi culturali e sportivi gratuiti, e per chi vuole abbandonarsi poi alla magia del fiume Arno con  ZauberTeatro potrà godere di spettacoli teatrali a bordo degli antichi barchetti dei renaioli, tra il ponte alle Grazie e il ponte alla Carraia. Forte Belvedere sarà poi il palcoscenico perfetto per sia ospitare concerti con Jazz in Forte Belvedere (da giugno a settembre) che l’arte con la mostra di Eliseo Mattiacci (fino al 14 ottobre) e infine, il la romantica serra del Tepidarium del Roster, sarà la cornice perfetta per l’installazione audiovisiva site-specific Camera Oscura & Arte Sonora/Nacked Eye, hidden ear.

La proposta è copiosa, l’agenda è già piena e io sto finendo le battute a mia disposizione nel vano tentativo di elencare tutti gli eventi di giugno. Impresa non impossibile perché per il calendario completo basta andare su estatefiorentina.it.

 

Crede nei film in bianco e nero, nei muffin allo yogurt e nella raccolta differenziata.
Detesta le persone che parlano di sé in terza persona nelle loro biografie e prende sempre piatti a base di pomodorini pachino anche se sa che dovrà separare le bucce dalla polpa. Una a una. Sempre. Sono “inciampata” in Lungarno nel 2013. Mi è piaciuto. Non l’ho più mollato. Per Lungarno scrivo, fotografo (potete trovare la nostra gallery su Instagram) vendo borsine, vedo gente, faccio cose, mangio, non prego, amo.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×