Torna “Bright 2018” – La Notte Europea dei ricercatori all’Università di Firenze

0 Flares 0 Flares ×

Anche quest’anno torna a Firenze, il 27 e il 28 settembre, la “Notte Europea dei ricercatori”, un evento in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze. “La ricerca all’Opera” è il titolo scelto per questa edizione, infatti dalle sedi dell’Università la ricerca si trasferisce anche al Teatro del Maggio Musicale fiorentino (piazzale Vittorio Gui, 1), nei musei e nelle piazze del capoluogo toscano.

Un piccolo assaggio del mondo dell’UniFi da giovedì 27 settembre:

  • Alle ore 10 nell’Aula magna del Rettorato (Piazza San Marco, 4), otto giovani studiosi descriveranno i loro lavori realizzati grazie al bando “Giovani ricercatori Protagonisti”, in collaborazione con la Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze.
  • Alle ore 15, sempre nell’Aula magna del Rettorato, verranno presentati i partecipanti alla competizione internazionale “The Falling Walls”, di cui l’Università di Firenze è una delle sedi europee di selezione.

Venerdì 28 settembre sarà la giornata centrale, carica di emozioni e stracolma di eventi:

  • Per i mattinieri gli eventi partiranno dalle ore 10 fino alle ore 14 con quattro stupendi musei a ingresso gratuito: il Museo di Storia Naturale dell’Ateneo, il Museo Archeologico Nazionale di Firenze (piazza SS. Annunziata 9b), Museo degli Innocenti (piazza SS. Annunziata, 13) e l’Accademia delle Belle Arti (via Ricasoli, 66)
  • Dalle ore 11 le piazze del centro di Firenze (piazza Santa Maria Novella, Mercato di S. Ambrogio e piazza SS. Annunziata) saranno protagoniste dei dialoghi tra ricercatori e pubblico sull’alimentazione, l’educazione e la salute.
  • Dalle ore 16:30 mini-conferenze, esperimenti scientifici, giochi di ruolo, nuove app e droni invaderanno il Teatro del Maggio fino a sera. Protagonisti saranno i più di cinquanta ricercatori e docenti dell’Università di Firenze, i ricercatori del CNR, dell’INFN, del LENS, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer e dell’Istituto Universitario Europeo.

Sempre il 28 settembre la “Notte Europea dei ricercatori” si svolgerà anche a qualche chilometro dal centro fiorentino, più precisamente presso il Polo Universitario “Città di Prato”: dalle ore 17 alle ore 19 nel cortile interno del PIN i ricercatori avranno la possibilità di esporre a un pubblico più vasto il significato di “ricerca applicata”, attraverso la presentazione delle attività svolte e dei progetti ancora in corso.

La “Notte Europea dei ricercatori” si concluderà al Teatro alle ore 21 con “L’origine della specie musicale. Una notte di evoluzioni sinfoniche”, spettacolo a metà tra scienza e musica, in cui il pubblico potrà ripercorrere trecento anni di storia musicale e civile guidati da Charles Darwin. Il testo, scritto e letto da Luigi Dei, rettore dell’Ateneo, insieme a Giovanni Vitali sarà accompagnato dalle musiche interpretate dall’Orchestra Toscana dei Conservatori e l’Orchestra dell’Università di Firenze, dirette da Paolo Ponziano Ciardi (ingresso libero ma prenotazione obbligatoria).

Per il programma dettagliato, gli orari e tutte le altre informazioni: www.unifi.it/bright

Giada Divulsi

Dalle ridenti campagne della Valdichiana approdo anni or sono a Firenze con il sogno di laurearmi in Archeologia. Firenze è il fascino dei viaggi in treno, l’allegria dei festival di cinema, la bellezza dei teatri storici, il traffico esasperante delle 17.30. Nell’attesa di ricevere la corona d’alloro bevo spritz, faccio cose, vedo (poca) gente, scrivo per Lungarno.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Pin It Share 0 Google+ 0 0 Flares ×