“Ho pensato di voler condividere con la città  di Firenze, alla quale sono da sempre affettivamente legato, la mia collezione per poter fare in modo che i valori di cui l’arte è portatrice possano essere condizioni non esclusive ma pubblicamente condivise”

Roberto Casamonti

 

In piazza Santa Trinita, e più precisamente al primo piano di Palazzo Bartolini Salimbeni – uno spazio tutto nuovo dedicato all’arte moderna e contemporanea –  lo scorso 24 marzo Roberto Casamonti, padre fondatore della celebre Tornabuoni Arte, ha aperto al pubblico le porte della sua collezione personale.

La “Collezione Roberto Casamonti” è articolata in due grandi nuclei: il primo, quello in mostra fino alla prossima primavera, considera le opere realizzate dagli albori del Novecento ai primi anni Sessanta, il secondo dagli anni Sessanta ai giorni nostri.

  

Le opere esposte raccontano il fiuto e la sensibilità estetica del loro collezionista e allo stesso tempo l’evoluzione storico-artistica che attraversa tutto il XX secolo. L’esposizione è sviluppata in cinque sale, che ruotano attorno al cortile dell’edificio: come in una galleria, ci si lascia guidare dalle sensazioni che i colori, i soggetti e le forme suscitano nel visitatore.

Spostandosi tra le opere si capisce poi che il filo seguito è di tipo cronologico e parte da Fattori (la prima tela in esposizione) per arrivare a Kounellis (che chiude l’ultima sala). E nel mezzo capolavori di illustri artisti quali Boldini, Balla, Viani, Sironi, Severini, Marini, Morandi, de Chirico, Savinio, Casorati, Licini, Picasso, Leger, Klee, Chagall, Ernst, Kandinsky, Fautrier, Dorazio, Accardi, Afro, Vedova, Capogrossi, Burri, Klein, Fontana, Castellani, Manzoni, e molti altri.

  

Ad occuparsi della gestione della collezione è l’Associazione per l’Arte e la Cultura denominata “Collezione Roberto Casamonti”, guidata da Sonia Zampini, storica dell’arte e collaboratrice da anni della galleria Tornabuoni Arte. L’Associazione ha stabilito che per i primi due mesi di apertura al pubblico la visita sarà gratuita, ma è richiesta la prenotazione.

 

Collezione Roberto Casamonti
info:
www.collezionecasamonti.it
prenotazioni: prenotazioni@collezionerobertocasamonti.com

Orari di apertura
dal mercoledì alla domenica (11.30 – 19.00)
ultimo ingresso ore 18.30

 

di Costanza Peruzzi