Occhio di Bue è una rubrica mensile di Lungarno nella quale si ferma l’immaginario fascio di luce di un teatro sulle band della scena underground fiorentina.

Da quando è nata, è diventata un appuntamento fisso: la filosofia di base si è sempre tenuta lontana dall’idea di fabbrica di recensioni, come ce ne sono tante, preferendo andare a scovare i gruppi nei loro quartier generali, nelle sale prove, nei luoghi di ritrovo, ai concerti live. Questo senza copione né scaletta, ma lasciandosi ispirare dall’atmosfera del momento e dalle chiacchiere con le persone.

Un racconto del tempo passato insieme, di che cosa rimane nella memoria dell’esperienza di uno scambio personale e umano in primis, unico e irripetibile per definizione. Non si direbbe, perché sono volati, ma Occhio di Bue spegne tre candeline con il prossimo numero. Nella sua vita ha quindi incontrato più di trenta progetti, ascoltato un sacco di nuova musica e conosciuto un abbondante centinaio di belle persone.

La playlist di Occhio di Bue

Per celebrare questo felice compleanno abbiamo creato una playlist Spotify dedicata, con un brano per ciascuna delle band conosciute in questi anni. Altre ancora verranno, e di pari passo aggiorneremo l’elenco per farvi ascoltare sempre le novità della scena emergente fiorentina.

Cosa troverai nella playlist?

Date un’occhiata, scoprite band interessanti e segnalatene di nuove! Anche questo è fare rete!


Ascoltala su Spotify
https://open.spotify.com/playlist/4P9RNvVFrTiLZSu9gCws6v

La copertina di Occhio di Bue è illustrata da: 
https://www.instagram.com/oriana.su.carta/

Se ti sei perso qualche puntata di Occhio di Bue, puoi recuperarla qui:
https://www.lungarnofirenze.it/category/rubriche/occhio-di-bue/