Su Lungarno di febbraio vi abbiamo parlato di Canone ambiguo, saggio pop di Luca Starita edito da effequ che indaga la definizione e la diffusione di letteratura queer (lo trovi qui: https://www.lungarnofirenze.it/2021/01/canone-ambiguo/).

L’incontro tra l’autore e l’artista Kristina Nikolova ha dato vita a un programma di esposizioni, installazioni video e audio e performance (a ingresso gratuito) tratte dal libro che troveranno spazio alle Serre Torrigiani, in via Gusciana 21.

Il programma inizia oggi, lunedì 28 alle 18, con un talk che vedrà coinvolti anche lo scrittore Matteo Grimaldi, IREOS – Comunità Queer Autogestita e Gulp Firenze.

A seguire, i primi tre giovedì di luglio (quindi l’1, l’8 e il 15) avranno luogo serate che indagheranno il tema dell’identità di genere. Le tre serate saranno così suddivise:

01/07: Prima le donne

All’interno della serra, tra le piante esposte, verrà proiettato un video e saranno ascoltabili alcuni estratti dal primo capitolo del saggio, quindi alcuni pezzi di romanzi di scrittrici italiane del ‘900 che riflettono sull’identità di donna. Saranno poi esposti alcuni abiti, pezzi costruiti da Kristina Nikolova. All’esterno: performance di danza e di canto a cura della performer Francesca Valeri e della cantante Roberta Starita.

08/07: Solo e indefinito

All’interno della serra verrà allestita una mostra fotografica del fotografo David Weiss che ha immortalato un recente movimento newyorkese di drag queen.

vivere ambiguo 2

15/07: Quel che resta dell’uomo

All’interno della serra, verrà proiettato un video e saranno ascoltabili alcuni estratti dal terzo capitolo del saggio, quindi pezzi di romanzi di scrittori italiani del ‘900 che riflettono sulla

necessaria decostruzione dell’idea di maschio. Saranno esposti alcuni quadri e sculture di Kristina Nikolova. All’esterno: performance di recitazione a cura dell’attore Lorenzo Domizi.

Tutti gli eventi sono A INGRESSO GRATUITO

Evento FB: https://fb.me/e/2trQDgNvf
IG Luca Starita: @luca.starita
IG Kristina Nikolova: @atelierseptem