Oroscopo marzo 2020

di Lavinia Ferrone
(illustrazioni di Francesca Arfilli)

Il pesce innamorato, della famiglia delle Sparidae, che poi è la stessa delle orate, si nutre di tutto quello che trova sui fondali, caratteristica peculiare di questo pesce è l’andare a sbattere contro le cose perché perennemente distratto dall’amato. Ti prego di non voler seguire il suo esempio.


Jean-Baptiste de Lamarck, che c’aveva una faccia che ve la raccomando, diceva: “L’uso continuo di un organo gradualmente rafforza, sviluppa e ingrandisce tale organo”. Di che organo parlasse nel caso specifico non è chiaro, ti direi il collo della giraffa ma insomma. Ti consiglio di ispirarti a questa frase.

Non è che gli uomini vedano meno colori delle donne, infatti se quello che per te è un senape per lui è giallo, quello che per te è un ocra per lui è giallo, quello che per te è un limone per lui è giallo, quello che per te è un comodino per lui è giallo è dovuto al fatto che hanno un vocabolario ridotto.

Gemelli siamesi, questo mese più appiccicosi del solito, ma non è che se uno va da una parte dovete seguirlo per forza, né voi né il vostro gemello. Cioè andate dove vi pare ma chi non vi è rimasto attaccato non è costretto a stare con voi h24. In sostanza, gemelli siamesi prendetevi i vostri spazi.

Einstein diceva che ci sono due modi per vivere la vita, uno è pensare che niente sia un miracolo, l’altro è pensare che tutto sia un miracolo. Questo mese te su che cosa punti? Calcola che “niente sia un miracolo” non la pagano alla SNAI. “Tutto sia un miracolo” è uscito lo scorso mese sulla ruota di Bari.

Al gioco di “come ogni segno zodiacale cambierebbe una lampadina fulminata” alla voce Leone diceva che il soggetto avrebbe tenuto la lampadina ferma e la stanza avrebbe dovuto iniziare a girare. Sono passati più di quindici anni da quella osservazione e sembrerebbe essere rimasto tutto uguale. Faccio per dirlo.

La piastra per i capelli fu inventata inizialmente per le astronaute della NASA che sennò in assenza di gravità erano costrette ad andare in giro coi capelli ritti. La cosa poi ha preso piede diventando un oggetto del quotidiano, alla portata di tutti, ordinario. A marzo ispirati alla piastra: vola basso.

Lo sapevi che gli spartani avevano escogitato la tecnica del mimetizzarsi per non dover andare a combattere ogni volta che a Leonida gli girava male. Avevano visto che vestirsi dello stesso colore delle piastrelle di casa faceva sembrare loro già partiti per la guerra. Ti consiglio di prendere spunto.

Lo sapevi che il Gianduja è un elemento? Il Gianduja infatti è a base di gianduiotto, che per il principio del nulla si crea nulla si distrugge, è costituito esso stesso da Gianduja. Si giunge così alla conclusione che il Gianduja è un elemento della tavola periodica. No? Ci avrei giurato.

Ogni lasciata è persa, ma non si può dire che sia vero anche il contrario, nel senso che non è detto che ogni chiamata persa sia stata lasciata, così come che ogni lasciata si sia persa, ma che ogni lasciata sia in generale persa per strada perché lasciata lì sì, ora, non mi ricordo esattamente il punto. 

Uno studio condotto da un’università del Nebraska effettuato su cento pazienti tra maschi e femmine, ha dimostrato che chi riesce a toccarsi la punta del naso con la lingua è più intelligente, per non parlare di chi addirittura riesce a scaccolarsi. In Nebraska nessuno ci è riuscito. Te di dove sei?

Gli esemplari femminili di alcuni tipi di libellule, quando sono inseguite dal maschio per l’accoppiamento, si fingono morte per non doversi sottoporre all’ennesimo, esasperante, rapporto sessuale dopo il quale devono fingersi pure soddisfatte, “È stato fantastico”. Ti consiglio di ispirarti a questi insetti.